Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Aggiornamenti sull'accesso ai Musei

A partire da lunedì 10 gennaio 2022 l’accesso ai musei sarà consentito con Green-pass rafforzato.

clicca qui

Tante novità al Museo della fotografia

Tante novità al Museo della fotografia

Illusioni ottiche, visioni fenomenali, macchine fotografiche originali e una vera e propria camera oscura…Cosa hanno in comune? La risposta è semplice: le possiamo trovare al Museo della fotografia Sestini che, dal 16 dicembre, ospiterà due nuovi coinvolgenti esperimenti nella sezione scientifica Visioni Fenomenali e un prezioso visore stereoscopico nella parte storica del Museo. Le novità sono presentate dal Museo delle storie di Bergamo insieme ai collaboratori e ai donatori che hanno contribuito al rinnovamento del percorso espositivo.

Gli allestimenti scientifici sono realizzati grazie alla consulenza della professoressa Laura Serra Perani e la sponsorizzazione di Optika S.r.l. di Pietro Oliveri. Grazie al loro intervento la sala “Giochi d’acqua e di luce” di Visioni Fenomenali ospita due nuovi exhibit che guidano in modo coinvolgente e interattivo alla scoperta di come l’occhio cattura la luce e ne trasforma le informazioni.

Il Museo della fotografia Sestini si arricchisce di un visore stereoscopico a torre, un vero e proprio pezzo della storia della fotografia donato nel 2019 dalla famiglia Cogo. Posto al termine dell’imperdibile galleria di macchine fotografiche Otto e Novecentesche del Museo, ne chiude la sezione lasciando al visitatore la possibilità di osservare con i propri occhi la magia delle immagini stereoscopiche. Come? Avvicinando i propri occhi all’apparecchio ecco comparire l’insolita visione del profilo della Torre Eiffel e del famoso Globo celeste realizzato in occasione dell’expo del 1900. Un’immagine tridimensionale da non lasciarsi sfuggire perché presto sostituita da altre fotografie provenienti dalle collezioni del Museo!

 

LE APERTURE DI DICEMBRE

dal 23 dicembre al 9 gennaio
lunedì – domenica: 10 – 18

1 gennaio: 14 – 19

Chiuso a Natale

ACQUISTA IL BIGLIETTO