Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Aggiornamenti sull'accesso alla Torre dei Caduti

Dal 6 giugno la Torre dei Caduti rimarrà chiusa per favorire interventi di manutenzione

clicca qui

l'esperienza di edoardo

ISchool, Bergamo

Quest’estate attraverso un progetto scolastico ho potuto fare la mia prima esperienza lavorativa.
Per tre settimane ho collaborato con la “Fondazione Bergamo nella storia” situata in Città Alta, presso il Chiostro di San Francesco in Piazza Mercato del fieno. Il primo giorno ero emozionato, ma sicuro della scelta e consapevole che questa esperienza mi avrebbe dato tanto.

La prima settimana ho visitato la struttura, partecipato a una riunione dove si organizzava la settimana entrante e catalogato delle schede di verifica di alcuni alunni effettuate presso il laboratorio di storia.

La seconda settimana invece mi sono occupato della classificazione di fotografie e libri, ovvero dovevo riordinare e catalogare libri e riviste in ordine di anno, titolo, autore, ecc., della sistemazione e scelta di negativi per una presentazione sulla traversata transatlantica. Mi è piaciuto molto sfogliare e ordinare tutti quei libri (anche antichi) imparando e scoprendo molte cose nuove a me sconosciute. Sono rimasto affascinato da tutti quei vecchi reperti con cui sono entrato in contatto, in quanto durante lo stage stesso ho visitato l’archivio, la Rocca, il Museo Donizetti e il Campanone. La Torre dei caduti in Piazza Vittorio Veneto già la conoscevo perché sono andato all’inaugurazione al termine dei restauri.
Durante la seconda settimana ho anche effettuato delle interviste ad alcuni ragazzi universitari nei dintorni delle biblioteche di Città Alta per un sondaggio sui Social Network più utilizzati dai giovani.

Ma la settimana più intensa è stata la terza, infatti presso la Fondazione si è svolto un Summer Camp, cioè un momento di incontro per bambini da 6 a 11 anni dove la storia viene spiegata attraverso attività ludiche. Io avevo il compito di assistere i bambini nelle diverse attività organizzate appositamente per loro. Questa settimana è stata si divertente, ma anche la più impegnativa perché gestire dei bambini è un lavoro molto difficile.

Con tutta sincerità queste settimane sono state per me formative ed educative, hanno lasciato un segno positivo grazie anche all’atmosfera accogliente di tutto lo staff che mi ha seguito, inoltre ho potuto unire la mia passione per la storia ad un’esperienza con i bambini inerente al mio percorso di studio, di cui sicuramente farò tesoro per il mio futuro.
Un grazie di cuore a tutti.