Loading

Per filo e per segni

Innovazione e creatività nella storia dell’industria tessile a Bergamo

Qui di seguito le interviste fatte a due classi che nel 2008 hanno visitato la mostra Per filo e per segni

La mostra

C’è un filo che unisce la storia, l’arte e la creatività di Bergamo nei secoli: lo sviluppo delle manifatture tessili dal 1300 ad oggi.

La mostra vuole raccontare attraverso i segni presenti nelle storie degli uomini, del territorio e della cultura bergamasca la creatività e la capacità d’innovazione del tessile made in Bergamo.

Il percorso espositivo non intende solo ripercorrere la storia del settore tessile tra il 1867 e il 2007, ma consegnare le chiavi interpretative delle dinamiche di sviluppo dell’ economia bergamasca.

Ciò che proponiamo è una “non mostra”, un luogo interattivo, una installazione scenografica, un’ area didattica proiettata sul futuro, insomma un’esperienza vissuta in 5 scene.

Tutto questo sarà possibile grazie a ricostruzioni in digitale, manichini parlanti e telai in movimento virtuale, quadri di collezioni private, fotografie dei più importanti marchi del fashion, che hanno utilizzato e utilizzano filati e tessuti bergamaschi, tavoli multimediali e tavoli dove si potrà toccare la realtà del tessuto.

Insomma una grande occasione per vedere come sono cambiati i nostri costumi: dall’ operaia del passato ai prodotti odierni di alta qualità rivolti ai nuovi mercati asiatici.

Fondazione Bergamo nella Storia – Museo storico di Bergamo
In collaborazione con
Fondazione storia economica e sociale di Bergamo
Fondazione Famiglia Legler
Confindustria Bergamo

1 marzo 2008 – 29 giugno 2008
Convento di San Francesco Piazza Mercato del fieno 6/a

Per filo e per segni PART.1

Per filo e per segni .2